TAG



Clicca sul
DIVANETTO D'ORO
per scoprire come vincere questo simpatico premio!
PALMARÈS:

Babol
Gioia
Irene



Per info o collaborazioni:
sofasophia.blog@gmail.com

Cookie's Policy

Powered by Blogger.

Cancella il giorno che mi hai incontrata

CANCELLA IL GIORNO CHE MI HAI INCONTRATA - LEISA RAYVEN
Fabbri Editori
Cassandra e Ethan. Quando sono sul palco insieme, a nessuno sfugge l'attrazione e la potente alchimia che si sprigiona tra loro appena si sfiorano o si guardano negli occhi. Una passione che toglie il respiro, davanti alla quale è impossibile restare indifferenti. Tanto che all'Accademia d'Arte di New York vengono scelti come protagonisti per lo spettacolo di fine anno, Romeo e Giulietta, la storia d'amore più famosa di tutti i tempi. Però, una volta calato il sipario e smessi gli abiti di scena, il rapporto tra Ethan e Cassandra si rivela complicato e ingestibile. Lei è la classica brava studentessa, timida, ingenua e sempre pronta ad assecondare il prossimo pur di farsi accettare. Ethan invece è bello e dannato, con un volto da angelo ribelle a cui nessuna ragazza può resistere. Lasciarsi sembra l'unica soluzione per continuare a sopravvivere, anche se il dolore è devastante, soprattutto per Cassandra. Rimasta sola a New York deve ricominciare da zero partendo proprio da se stessa e dal suo cuore tradito. Mentre Ethan, baciato dal successo, è in tournée in giro per l'Europa. Anni dopo, scritturati di nuovo per interpretare una coppia di amanti, Cassandra e Ethan si ritrovano sul palco ad affrontare i demoni del loro passato e il fuoco di quella passione che, nonostante il tempo, non ha mai smesso di ardere. Ma può un amore così intenso e lacerante finire davvero?

RATING:

Sono sconvolta. Non sono una puritana tantomeno una bigotta ma ci sono delle estremizzazioni che mi perplimono. Detto da una che guarda senza batter ciglio il Jersey Shore e affini suona strano ma la realtà è che a sconvolgermi non è tanto la volgarità quanto la personalità della protagonista di "Cancella il giorno che mi hai incontrato" di Leisa Rayven.

Questo romanzo è un new adult e in quanto tale non stupisce la presenza di scene di sesso, ormai stereotipate dal genere e persino un po' banalotte e ripetitive, ciò che sconvolge è il fatto che ci si voglia attenere ai clichè ma andando fuori rotta completamente con la caratterizzazione del personaggio.

La protagonista, guarda caso, è la classica verginella sfigatella che si innamora del bad boy destinato a deflorarla, fin qui niente di nuovo sul fronte occidentale, ciò che stona è il fatto che la ragazza manchi di quell'innocenza tipica di questo status quo.

Sia chiaro, non intendo dire che fosse necessario dotare la ragazza di un carattere chiuso, introverso e al limite del sociopatico, ma sinceramente anche la scelta di affidarle una malizia da far togliere il cappello a Samantha Jones (se non sai di che parlo corri a guardarti Sex and The City) mi sembra una scelta azzardata e svantaggiosa per il realismo della trama, considerando che la ragazza in questione è una timorata che si sente male anche solo a pensare involontariamente ad una parolaccia.


Trama che infatti inizialmente ho trovato poco coinvolgente tanto da voler abbandonare la lettura fin dalle prime manciate di pagine e che successivamente ho riscontrato essere poco sviluppata. L'abbozzo degli eventi che ci delinea l'autrice non viene sviscerato in alcun modo e il lettore si deve accontentare di qualche accenno e qualche riferimento vago.

Ciò che salverei di questo libro è l'alternanza temporale del tempo della narrazione e dei flashback che, se ben sfruttata, può essere un buon espediente per mantenere viva la curiosità di chi sta leggendo.

La storia d'amore raccontata mi è parsa un po' troppo contorta anche a causa dei buchi narrativi di cui accennavo prima che rendono poco chiare le dinamiche della relazione i personaggi non spiccano per originalità o tratti distintivi ad eccezione degli esploit della protagonista che risaltano solo per via dell'anacronismo con il contesto.

Tirando le somme questo romanzo non mi è piaciuto e se avessi smesso di leggerlo fin dalle prime avvisaglie mi sarei risparmiata un libro facilmente dimenticabile.


Se vi è piaciuto questo libro spiegatemi le vostre ragioni, sono curiosa di leggere le vostre opinioni.
                                                                               
                                              

7 commenti:

  1. Ciao :)
    Anche a me il libro non è piaciuto.. la protagonista non l'ho sopportata per il 90% del libro, probabilmente la peggiore protagonista che mi sia trovata davanti.. e l'unica cosa che salvo è la narrazione spezzettata e qualche momento nel presente.. sicuramente non leggerò mai il seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potrei essere più d'accordo! Lei mi è stata antipatica da subito, ma anche io salverei l'impostazione della narrazione con l'alternanza temporale! Sappi, quindi, che saremo in due a non leggere il seguito! :D

      Elimina
  2. a me invece è piaciuto. Certo non è il mio libro preferito nè posso dire che la storia sia bellissima ma sinceramente mi è piaciuta e la lettura non l'ho trovata pesante. Ho letto anche il seguito e devo dire che molte cose sono spiegate meglio soprattutto attraverso i flash back che ci riportano indietro e ci fanno comprendere un pò di cose. I due protagonisti non sono perfetti ma proprio nella loro imperfezione riescono a dare adito a quanto la vita sia a volte non sempre facile.
    Poi capisco che è ovviamente è solo questione di gusti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente allora i buchi di trama erano voluti per permettere una completezza al 100% solo tramite la lettura di entrambi i romanzi. Purtroppo a me fin dall'inizio i due protagonisti non sono piaciuti e quindi la trama non mi ha preso, ovviamente, come hai detto giustamente tu, è una questione assolutamente relativa al gusto personale, però concordo con te, invece, sulla scorrevolezza della narrazione. :)

      Elimina
  3. Io non ho proprio bocciato il libro, ma il mio giudizio non è stato del tutto positivo. Ho letto entrambi i romanzi e se il primo l'ho salvato il secondo no, l'autrice ha voluto troppo rimarcare su questi attacchi di panico della protagonista, sui problemi che le ha causato Ethan anni prima, fino a farla arrivare alla terapia, cosa che mi è parsa troppo estrema per come viene raccontata. Certo, una relazione può lasciare traumi, però in questa serie il troppo stroppia e sono è entrata nella mia lista top.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che mi sono fermata al primo volume allora!
      Sono d'accordo con te, troppo poco realismo! :)

      Elimina
    2. Sì, con il secondo non ti sei persa nulla xD

      Elimina